Tag

, , ,

Lo sentiamo
al centro della schiena:
a mezz'aria si aggira,
quest'aria rarefatta
gonfia di sensi mancati
che sgonfiano la pancia
di fame che non si placa
e come farò a riempirla…
Sazia solo di vuoti
con l'incertezza del passo corto
sul pendio scosceso
col bastone del passato
che manca
a reggere il futuro.
Le culle vuote
i bar vuoti
i discorsi vuoti
il bicchiere pieno
che si fa vuoto
in un fine serata
pieno di cerchi di fumo.
La vita in fumo
sentire presto
perchè non c'è nessuno
fra i seni della periferia
a offrire un passaggio
per le labbra del mondo.
E anche di primavera
i boccioli sono chiusi
e non hanno parole
i miei coetanei
non hanno espressione
senza incognita.
Io qui in incognita
a sciogliere il ghiaccio
che non ho chiesto al barista
per il succo di frutta.
e mi mordo le unghie
per placare la fame.

 

Advertisements