Hai costruito la mia immagine
Sulle tue mancanze
Idealizzi il tuo Mostro
Con le caratteristiche
Che ti sono
E che non conosco E non conoscono
La pace dei corpi
La beltà dello spirito
La sincerità e umanità
Questa Bellezza sconosciuta
Che meraviglia la vita davanti
Ad un pozzo fatiscente
Che continua a petare
Senza pensare
Il lezzo nausebondo della tua vita virtuale
Il lazzo dello Stalker putriscente
Handicappato e nato pigro di cervello
Con tutta la progenie
E con i complici del reato intorno

Francesca Canobbio