Ti voglio dare e ricevere altezze su chiare lettere di ore contemplate dalla virtù della mente umana ch’ è divina sempre avuto un vuoto da riempire nel frangente di una poesia al cospetto di chi è legge per il buio della nostra vita grazie alla guida della angelica festa nelle sue mani dagli occhi dei tuoi figli e genitori e amici sempre deboli della felicità sfuggevole ma pregna di armonia con accordi e salva il mare e sciolti ghiacci si ricompongono ai poli per un equilibrio di equatore celeste che mi infinite volte riesce dalle dita di mani pulite amorose e delizie di giardini sugli scogli incoronati dal vivo suo scorrere che è doppio e pioggia che ci risveglia nella commossa lacrima dell’amore