Sulla schiena del mondo
Si ancorano nel sangue
I pilastri della torre di Babele
E le lingue si dividono
Tagliate dal coltello
Con cui Caino uccise Abele.

Crolla il peso del mondo
Sull’Atlante che conta i morti
Di una peste studiata:
I numeri sopra ogni cosa
Che non si reggono
Spropositata legge a rata
Che non fa più sconti
Nell’immediato negozio
Che vende uomini ad ogni guerra