Autunno spezza i palpiti
al sottobosco musicale
Sarà un attentato alla sincope
di cuore e ragione
Una improvvisazione
che non lascia il tempo
che trovo
sulla pronuncia lenta
del tuo nome
su cui conto
le dita delle premesse
Pallido e scandito
sul candido
respiro condiviso
nella foschia
di un giorno
che si pronuncia
intonato
alla tua notte
in chiave
di me