E adesso
che posa volete che assuma?
come mi devo girare
quanto devo andare giù?
Quanto
continuare a scendere
ad affondare
nel vostro basso
ventre
e mentre.
Come vi devo guardare
con quale sguardo smaliziato
con quali occhi
la pupilla vibrante
in questa oscenità
che continua
che mi porta
a succhiare l’ipotesi della vita
ad essere risucchiata
ipotizzando ogni possibile morte
toccando la pelle
che ho letto
che mi ha letto
senza tatto
dopo ogni letto
sfatto
finito
esausto
L’eiaculazione di un pensiero
nel mio cervello
è molto più precoce
quando godo a parole
quelle parole
che non esistono quasi più
dimenticate fra le cosce
delle vostre mancate masturbazioni mentali
che mi impediscono
di riempirmi di voi
e dei vostri semi
dei frutti
di questa stagione
che è proprio un peccato

Annunci