Tag

, , ,


“The Dying swan” danced by Yvette Chauviré

Avevano il capo alla suola di nero chinato i Cigni di strade distratte, bianco su nero, nero su bianco: D’ama non D’ama. damina. Pedina che luce corre nello spazio in un fiore alla vita, che la dilata sì che morte non li separi -diceva- me ne punterò al grembo chi regga lo sguardo oltre ogni morte in una danza per occhi, per portarli a casa prima che una stagione di palchi chiudesse, nell’appassire dei gigli d’una primavera che muore ormai soffocata dal sole, avranno lo sguardo della capriola miracolosa che dura il tempo dell’eclissi