Tag

Tienimi le braccia alzate

aperte al vento del ciglio dei boschi

su pendii bambini che alzano la voce

e cantano le strofe del vento e dell’ anno che si veste

di colori e

tienimi le braccia alzate

ai nodi delle corde vocali

che come grotte si aprono alle chiavi

dei pentagrammi e dei pentacoli

a tentacoli delle tue mani.

Alza il tono, i colori, vesti le spoglie di carne

con l’anima delle tracce di una musica nuova.

Tienimi le braccia alzate

picchio sui tasti  il testo di uno spartito

vecchio cento e più anni

che non brucia che del suo fuoco

e noi arsi

con le braccia alzate

ad un millimetro dal cielo

ad un millimetro dall’erba

con le braccia

alzate

ad invocare l’impeto

di una nuova melodiosica mossa

che alzi le ali alla mosca bianca

Annunci