Tag

MUTA L’ORA

 

Sfilano incessanti le lance nella giostradali-salvador-explosion-

Senza ritegno oscillano,

incidendo il termine e il principio:

a dar fine al primo,

a compiere il secondo.

 

Muta l’ora

e il grido silente di un frammento del tempo

intercorre interdetto

da un conseguente successore,

sovrano di un istante

che regge appena il giusto

per progredire in un esatto attracco

che non è che un intervallo

progressivamente giustiziato,

misurato, battuto,

in uno scarto di eternità.

 

Muta l’ora

Perdurando solo nell’incanto

  dove si ferma il tempo,

stregato da un momento

infinito, immenso, sconfinato.

 

Muta l’ora

scoccando attesa, appesa,

improvvisa, invisa: muta è l’ora , ultima.

 

                                                               Rosadstrada

Annunci